La bellezza che conquista … e che salva …

… quella della nostra Cattedrale di Acqui.

Due serate, in particolare, hanno permesso a molti fedeli, acquesi e non, di fare l’esperienza della bellezza di arte, storia, spiritualità, musica e canto nella Cattedrale di S. Guido.

Una serata, quella di Venerdì scorso 29 Giugno, che è volata nonostante le due ore e mezza complete di visita. Le persone interessate a questa prima visita, con al vertice il Trittico, erano quasi un centinaio. Un numero ampio e non sperato, ma che dà soddisfazione e gioia. Il bello della Cattedrale l’abbiamo visto declinato nella storia e nell’arte, magistralmente espressa da Lionello Archetti Maestri; nella musica organistica di Giuseppe Vigorelli, nel canto di Cristina Cavanna, accompagnata da Sergio Viotti alla chitarra. E, al Trittico, la competenza cordiale e completa del Dottor Bocchiotti. Due ore e mezza sono volate. Nessuno si è stancato. Ed anche il clima partecipativo e comunitario si è vissuto in maniera molto concreta. Ho notato con piacere che anche molti parrocchiani del Duomo hanno partecipato, dichiarando di non avere mai visto il Trittico. Ed allora ecco la bella possibilità di averlo visto, con il commento del principale conoscitore della nostra opera d’arte. C’è spazio ancora per altre due serate per potere fare la stessa esperienza: Venerdi 27 Luglio  e Venerdi 24 Agosto.  Ripeto, una bella esperienza di bellezza. Conclusasi con un gustoso e sempre gradito rinfresco offerto da nonna Mariuccia e dalle signore della Cattedrale.

Poi, Domenica 1 Luglio, la bellezza e l’armonia della musica e del canto offertoci dalla Corale Santa Cecilia. Introducendo la serata, avevo letto le Lodi all’Altissimo di San Francesco di Assisi, dove la parola “bellezza” è ripetuta due volte, riferita a Dio, vera e assoluta bellezza. Ecco, allora, la finezza e bellezza  dell’esposizione della nostra Corale, magistralmente preparata da Paolo Cravanzola. Il repertorio, prevalentemente di musica sacra, aiuta lo spirito a rallegrarsi ed alzarsi verso la bellezza unica che è il Signore. Ed è il repertorio specifico e indicato come unico, adatto ai concerti nelle Chiese. La Corale al gran completo, diretta da Paolo Cravanzola, accompagnata all’organo da Simone Buffa e con la partecipazione del soprano Marina Zanni  e del contralto Anna Conti, ha eseguito brano di Pergolesi e Perosi. Gli applausi sono stati lunghi, calorosi e convinti anche alla fine, dopo i saluti del Vescovo Luigi e del maestro. Infine, il bis di Mascagni, che ha suscitato emozione ed entusiasmo.

Viviamo allora, anche nel quotidiano, i raggi e i segni di quella bellezza seminata anche nel mondo difficile di oggi e di sempre.

Qualcuno disse: “La bellezza salverà il mondo”. Ci crediamo e ci proviamo.

dP

Commenta per primo

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.