Dov’è Dio?

«Dio è venuto. E’ qui. E di conseguenza, tutto è diverso da quello che a noi appare.

Il tempo, che era stato fino ad allora un flusso senza fine, è divenuto un evento che imprime silenziosamente ad ogni cosa un movimento in un’unica direzione, verso un traguardo perfettamente determinato. Noi siamo chiamati, e il mondo insieme a noi, a contemplare in tutto il suo splendore il volto stesso di Dio.

Proclamare che è natale, significa affermare che Dio, attraverso il Verbo fatto carne, ha detto la sua ultima parola, la più profonda e la più bella di tutte: l’ha immessa nel mondo e non potrà più riprendersela, perché si tratta di un’azione decisiva di Dio, perché si tratta di Dio stesso presente nel mondo». (K. Rahner)

Non finiremo mai di comprendere la grandezza del Natale del Signore.

E’ talmente grande che non riuscendo e non potendo contenerla la nascondiamo dietro e sotto a mille cose che ci danno solo l’illusione di vivere questo evento, ma in realtà rischiamo di perderlo anche nella memoria.

Non si tratta di rispolverare romanticamente una memoria che pure, qualche volta, ci ha fatto vivere emotivamente il Natale. Si tratta di metterci veramente in cammino per cercare quella Luce che in una notte di duemila anni fa da una povera stalla ha illuminato tutto il mondo.

E’ Dio stesso che ci indica il cammino, basta iniziare la ricerca.

Allora l’augurio più bello e più affettuoso che sento di donare a tutti è proprio:

BUON CAMMINO VERSO LA LUCE VERA.

BUON NATALE!

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.